La pedodonzia è quella branca della odontoiatria che si occupa della salute orale dei bambini dall'infanzia fino a tutta l'adolescenza (2-16 anni). Il pedodonzista ha il compito di curare le carie, intercettare eventuali problemi ortodontici e soprattutto suggerire un piano di prevenzione per evitare problemi che possano condizionare la salute negli anni a venire.

I bambini vengono seguiti da una odontoiatra esperta in pedodonzia (disciplina che si occupa delle cure odontoiatriche in età pediatrica) in una sala operativa a loro dedicata. Mantenere sani i denti dei bambini assicura loro una migliore salute orale da adulti, e quindi grande impegno è rivolto alla prevenzione. In caso di necessità di interventi è previsto un "percorso di avvicinamento" alle cure per rendere la loro esperienza serena e assolutamente indolore.


APPROFONDIMENTI

La "placca batterica" e la carie

Fin da quando compaiono, sui denti si deposita una sottile pellicola biancastra: la "placca". E' popolata da batteri che, fermentando gli zuccheri presenti nella dieta, producono acidi che sciolgono lo smalto del dente provocando la carie. Per prevenire la carie è quindi fondamentale provvedere allo spazzolamento dei denti (che rimuove la placca ed i batteri) e moderare l'assunzione degli zuccheri. Di zuccheri sono particolarmente ricchi i dolci, il miele, le caramelle, ed anche molte bevande. Per questo evitate l'abitudine ai dolci (ed alle bevande zuccherate), e particolarmente: - non intingete il ciuccio nel miele o nello zucchero; - non date bevande zuccherate per farlo addormentare; - non date dolci o zucchero per confortarlo quando piange.

Prevenire carie e gengiviti

Spazzolare i denti, tutti e con cura, mattina e sera è la misura più efficace per prevenire la carie e gengiviti. E' importante iniziare a pulire i denti fin da quando essi compaiono: per questo dovrete essere voi genitori ad occuparvene. Con una garzina asciutta, per i primi dentini, in seguito con spazzolino piccolo e morbido muovendolo dalla gengiva verso il dente, e poi sulla parte masticatoria. Quando il bambino vorrà farlo da solo, aiutatelo e incoraggiatelo e controllate che spazzoli correttamente tutti i denti. Se durante lo spazzolamento le gengive sanguinano probabilmente si tratta di una gengivite (infiammazione delle gengive). In questo caso controllate che la pulizia di denti e gengive sia più diligente. Se il sanguinamento perdura per più di 2-3 giorni consultate il dentista.

Il fluoro

Il fluoro è un elemento presente in diversi alimenti e nei dentifrici che rafforza lo smalto del dente e lo rende più difficilmente attaccabile dagli acidi prodotti dai batteri della placca. In alcuni casi può essere necessario integrare la quantità di fluoro presente nella dieta: chiedete al pediatra se il vostro bambino assume la corretta quantità di fluoro o se sia opportuna una integrazione. Il dentista può consigliarvi di "sigillare" i denti con speciali lacche al fluoro per assicurare la migliore protezione contro la carie. La "sigillatura" è una tecnica veloce, sicura ed assolutamente indolore, che protegge lo smalto dagli attacchi dei batteri.

Le "macchie bianche" sui denti

Quando gli acidi prodotti dai batteri iniziano a sciogliere lo smalto del dente compaiono delle piccole lesioni dette "macchie bianche". Sono aree nelle quali lo smalto perde minerali e rappresentano la prima fase della carie. In questo stadio la carie è ancora reversibile e può essere curata dal dentista con speciali "vernici" al fluoro. Le macchie bianche non sono facilmente identificabili se non da un esperto. Portare il bambino regolarmente dal dentista per un controllo consente di intervenire sulle "macchie" prime che queste diventino una lesione cariosa.

La carie

Se non trattata la "macchia bianca" continua a perdere minerali ed i batteri della placca penetreranno all'interno del dente causandone l'infezione. La carie è la cavità prodotta dai batteri che si espande sino a raggiungere la parte vitale del dente. Il colore bianco della primitiva lesione diventa il tipico colore nero bluastro e rende indispensabile l'intervento del dentista, che provvederà a rimuovere il tessuto infetto a "otturare" la cavità, restituendo al dente la sua integrità.

La prima volta dal dentista quando?

Non lasciate che sia un mal di denti o un trauma a portare vostro figlio dal dentista per la prima volta. La visita del dentista è importante non solo per curare, ma per PREVENIRE che piccole lesioni, spesso poco visibili, diventino "carie", e per assicurarvi che i denti crescano nella giusta posizione.

Il comfort durante la visita: la telecamera intraorale

La visita viene condotta con l'ausilio della telecamera intraorale strumento che consente di ispezionare tutto il cavo orale in maniera non fastidiosa e di vedere su uno schermo, ingrandite, piccole lesioni o aree ricoperte di placca. Per il bambino puo essere un gioco divertente, per il dentista è un supporto fondamentale per intercettare "l'inizio della carie" ed intervenire al meglio. Si risparmiano così il disagio ed i costi di una futura otturazione.

Le "cure" preventive - La sigillatura

E' la più efficace forma di protezione dalla carie ed è una procedura sicura e del tutto indolore: consiste nella applicazione di una speciale lacca protettiva sulle superfici masticatorie dei molari permanenti, i cui solchi sono un ottimo nascondiglio per i batteri. I primi molari spuntano all'età di 5/6 anni ed è necessario che la sigillatura venga effettuata non appena questi compaiono.

L'igiene orale professionale

Periodicamente è necessario rimuovere il tartaro che si deposita sui denti che, oltre a macchiarli, favorisce l'accumulo di placca e di batteri nocivi. L'ablazione del tartaro e l'applicazione di gel protettivi sono compiti dell'igienista dentale, che vi fornirà anche consigli pratici su strumenti e prodotti da utilizzare a casa per mantenere salute e bellezza dei denti. L'igienista dentale è un professionista laureato in Igiene Dentale, con una specifica preparazione universitaria sulla prevenzione delle malattie di denti e gengive.