L'implantologia è una moderna tecnica di chirurgia odontoiatrica che consente di inserire nell'osso delle arcate dentarie gli "impianti" che sono viti in titanio che, di fatto, sostituiscono le radici perse di uno o più denti. Sugli impianti corona verranno poi collocate corone o protesi. L'impianto è quindi un pilastro che assolve la funzione, come la radice del dente naturale, di sopportare il carico della masticazione.

Richiedete la GUIDA INFORMATIVA

Se siete interessati a conoscere meglio la moderna implantologia potete richiedere gratuitamente, la Guida informativa. Un libretto che, in dodici pagine, spiega come ritrovare il piacere di mangiare e di sorridere con denti fissi e forti. Per richiedere il libretto CLICCA QUI. La richiesta non comporta alcun impegno da parte vostra.


APPROFONDIMENTI

Quando ricorrere agli impianti

Le indicazioni sono molte: quando si è perso uno o più denti perchè estratti per una malattia o per un trauma, o quando sia necessario sostituire una precedente soluzione protesica (ad esempio un ponte). Gli impianti possono anche costituire le "radici" sulle quali fissare una protesi intera: in questo caso il paziente che ha perso tutti i denti naturali può scegliere fra la classica "dentiera" ed una protesi su impianti che presenta molti vantaggi di natura estetica e funzionale.

Il Carico immediato

Il "carico immediato" è una tecnica implantare che riunisce, nella stessa seduta o in due sedute a pochi giorni di distanza, il posizionamento di uno o più denti artificiali o di una intera protesi. In questo modo il paziente può avere, da subito, una dentatura funzionale ed un nuovo aspetto del proprio sorriso.

Protesi Totale

Una protesi che ricostruisce una intera arcata può essere fissata a soli 4 impianti (da qui "all in 4" ovvero "tutto su quattro) con una perfetta stabilità ed una importante riduzione dei costi. E' una tecnica che permette di riabilitare una intera arcata dentale anche in una unica seduta con un intervento minimamente invasivo. Questo consente di poter avere da subito una protesi fissa perfettamente funzionale.

Protesi Parziale

Su impianti possono essere fissate protesi parziali che sostituiscono denti persi anche quando mancano le radici naturali o siano presenti radici naturali non recuperabili (ad esempio per la sostituzione di un ponte non più stabile).

Mantenimento degli impianti

L'accumulo di placca batterica intorno agli impianti può determinare l'insorgenza di infiammazione dei tessuti circostanti, così come avviene per i denti naturali.
Tale infiammazione si manifesta inizialmente con sanguinamento, gonfiore e, nelle fasi avanzate, con la formazione di tasche attorno agli impianti, a seguito della perdita dell'osso circostante.
L'infiammazione superficiale dei tessuti molli intorno all'impianto viene chiamata mucosite: è reversibile a seguito della rimozione della placca batterica. L'infiammazione più profonda, che coinvolge anche l'osso intorno all'impianto, si chiama perimplantite. Se non identificata e trattata precocemente, può ulteriormente progredire in profondità, fino a condurre alla perdita dell'impianto.
Per il mantenimento degli impianti nel lungo periodo è fondamentale eseguire quotidianamente la rimozione della placca batterica, utilizzando spazzolini, fili e/o scovolini, secondo le istruzioni personalizzate che l'odontoiatra, o l'igienista dentale, deve fornire al paziente, una volta effettuato il posizionamento delle corone sugli impianti.
È inoltre importante eseguire regolari controlli e sedute di igiene orale professionale: la frequenza di questi appuntamenti non è uguale per tutti i pazienti, ma viene stabilita dall'odontoiatra o l'igienista dentale in relazione alle caratteristiche proprie di ciascuno (per esempio, a seconda della capacità di rimuovere efficacemente la placca nell'ambito dello svolgimento delle manovre di igiene oraledomiciliare; della predisposizione alla malattia parodontale e della presenza di fattori di rischio, quali il diabete non compensato).

Protocollo per il mantenimento degli impianti